Visita il sito di Radio Città del Capo
Barazzo

Zen Circus: bisogna uccidere il poliziotto che è in noi

Esce proprio oggi, per La Tempesta, l’ultimo disco degli Zen Circus: intitolato Nati per subire, vede alcuni cambiamenti rispetto ai lavori precedenti, ma mantiene l’obiettivo della band fisso sulla nostra penisola. E’ dell’Italia che si parla, anche questa volta, ma musicalmente la band ha fatto tutto da sola. “Per la prima volta in tanti anni siamo produttori artistici di noi stessi“, ci ha detto Appino nell’intervista che potete ascoltare qua sotto.

Ma cosa c’entra il poliziotto interiore? E che legami ha con lo sparo che conclude il disco? E infine: qual è il misterioso legame tra gli Zen Circus e i Pooh? Ancora una volta vi invitiamo a cliccare su play, a godervi la chiacchierata con Andrea e il singolo dell’album, “L’amorale”, da cui è stato tratto un video decisamente suggestivo.

Articolo pubblicato alle 08:00 del Tuesday 11 October 2011, nelle categorie: Interviste, Mp3, Podcast.
E' possibile essere aggiornati automaticamente sui commenti a questo articolo, attraverso il feed RSS 2.0.
Non è possibile commentare questo articolo.

Un commento all'articolo “Zen Circus: bisogna uccidere il poliziotto che è in noi”

  1. La democrazia: come funziona negli Zen Circus | Maps dice:

    [...] delle belle versioni di due brani contenuti nell’ultimo Nati per subire (di cui avevamo già parlato con Appino), ma anche riascoltare l’intervista che abbiamo fatto ai tre: non abbiamo solo [...]