Visita il sito di Radio Città del Capo
Barazzo

Welcome Back, Sailors: “una polaroid sbiadita di un tramonto balearico”

Che titolo, eh, amici di Maps? Ma è questa la definizione che qualcuno ha dato dei Welcome Back, Sailors, una delle band protagoniste del party di Maps questa sera al Covo (l’altra, i Soviet Soviet, sarà nostro ospite telefonico nella puntata di oggi). A riportare il virgolettato è stato Alessio che, insieme al suo sodale musicale di lunga data, è tornato a fare la musica che piaceva ai due, formando questa band. Il disco, Yes/Sun, uscito per la WWNBB, è stato salutato favorevolmente da pubblico e critica (e ne avete un assaggio qua sotto).

La piacevole chiacchierata con Alessio ha spaziato dalla musica che la band ha prodotto, al significato di pubblicare in vinile, e si è conclusa con un appello, che noi riportiamo qua: chi limona duro sotto il palco del Covo, stasera, si becca una copia dell’album gratis. Perché è questo che i Welcome Back, Sailors vogliono che scorra tra il pubblico che assiste ai loro live: amore, amore, amore.

 

Articolo pubblicato alle 08:00 del Friday 14 October 2011, nelle categorie: Interviste, Mp3, Podcast.
E' possibile essere aggiornati automaticamente sui commenti a questo articolo, attraverso il feed RSS 2.0.
Non è possibile commentare questo articolo.

Un commento all'articolo “Welcome Back, Sailors: “una polaroid sbiadita di un tramonto balearico””

  1. Soviet Soviet: il nome è uno scherzo, ma il resto… | Maps dice:

    [...] Soviet Soviet sono stati, insieme ai Welcome Back Sailors, la band che ha suonato al Covo venerdì scorso, per la festa di Maps (e approfittiamo di questo [...]