Visita il sito di Radio Città del Capo
Barazzo

Scommesse: Robot Koch

 

Destreggiarsi nella giungla sempre più fitta della discografia mondiale diventa ogni giorno di più un impresa, seguire tutto è impossibile. Cerchiamo di non perderci niente, l’ultimo lavoro di Bjork, il nuovissimo di Waits, ma il tempo è tiranno, gli ascolti si fanno sempre più rarefatti, ricordare è un impresa.

Quando poi ci si mette una catalogazione pessima da parte delle webzine o delle riviste allora il gioco si fa davvero duro.

Che ci crediate o no Robot Koch l’ho scoperto incuriosito dalla copertina: per stare tra gli album “hip-hop” mi sembrava fin troppo raffinata, in mezzo a tutti quei duri con i catenozzi che mostrano le pistole (per molti l’hip-hop è solo questo: triste, sì).

L’album The Other Side colpisce subito al cuore, beat ben studiati, campionamenti da urlo mixati con una classe infinita, si potrebbe quasi gridare al miracolo se non fosse che il nostro eroe, classe 1977, di musica ne ha sfornata davvero un bel po’ sopratutto con il suo progetto Jahcoozi (Bpitch Control). Gli album nella sua discografia, tra ep e collaborazioni, non si riescono a contare ma è forse con questo lavoro che riuscirà finalmente a spiegare le ali e spiccare il volo da Berlino verso i principali palchi mondiali.
Se cercate un mix tra elettronica sopraffina, beat geniali e davvero poco hip-hop sapete cosa ascoltare, altrimenti potete anche cercare qualcosa oltre 50Cent.

Robot Koch- heal feat john lamonica by Robot Koch

… e se non ne avete ancora abbastanza:
Il MySpace
Twitter

Articolo pubblicato alle 08:00 del Wednesday 26 October 2011, nelle categorie: News.
E' possibile essere aggiornati automaticamente sui commenti a questo articolo, attraverso il feed RSS 2.0.
Non è possibile commentare questo articolo.

Non è possibile commentare.