Visita il sito di Radio Città del Capo
Barazzo

Omonimia portami via (1 di 3)

Lo si è detto tante volte: le note sono sette – anzi, dodici – ed è inevitabile che, al momento di metterle insieme, si finisca per creare qualcosa di già fatto in precedenza, anche se non lo si conosce. Allo stesso modo, neanche le lettere dell’alfabeto – o, meglio ancora, le parole – sono infinite; quindi può succedere, quando arriva la fatidica ora di dare un nome alla propria band, di sceglierne qualcuno già in uso. Con il risultato non soltanto di creare confusione, ma anche di generare dispute legali.

Nella storia del rock vi sono alcuni casi abbastanza celebri in tal senso. Il primo e forse più importante è quello che vede uniti da omonimia ma separati geograficamente e temporalmente due band battezzatesi Nirvana.

Della compagine guidata da Kurt Cobain non c’è molto da dire. Lasciamo allora che a parlare siano musica e immagini:

Doveroso invece approfondire la conoscenza con quelli che negli Stati Uniti vengono chiamati Nirvana UK. Formatisi a Londra nel 1967 dall’incontro tra l’irlandese Patrick Campbell-Lyons e il greco Aex Spyropoulos (chitarrista uno e tastierista l’altro, entrambi cantanti). Senza stare a entrare troppo nel merito di una vicenda discografica non delle più semplici, va comunque detto che gli album The Story Of Simon Simopath (1967) e All Of Us (1968) sono tra i momenti più alti del pop psichedelico inglese, come dimostra il brano qui sotto (tratto dal primo dei due dischi).

Ora, a volerla dire tutta, magari gli inglesi potevano risparmiarsi di far causa a Cobain e soci per via della ragione sociale identica, ma questa è tutta un’altra questione…

Articolo pubblicato alle 12:38 del Monday 21 December 2009, nelle categorie: Miscellanea, Mp3, Speciali, Video.
E' possibile essere aggiornati automaticamente sui commenti a questo articolo, attraverso il feed RSS 2.0.
Non è possibile commentare questo articolo.

Un commento all'articolo “Omonimia portami via (1 di 3)”

  1. Omonimia portami via (3 di 3) | Maps dice:

    [...] quelli di Nirvana e Charlatans , di cui ci siamo occupati nelle scorse settimane, sono casi di omonimia che [...]