Visita il sito di Radio Città del Capo
Barazzo

Joycut, la band eco wave

La settimana scorsa abbiamo avuto ospiti al telefono i JoyCut, giusto ventiquattro ore prima del loro concerto al Covo di Bologna, la città che ha dato loro i natali. Incalzati dalle nostre domande, i ragazzi ci hanno raccontato con dovizia di particolari il processo di realizzazione del loro ultimo disco, Ghost Trees Where To Disappear, registrato nel primo studio europeo interamente alimentato ad energia solare e confezionato con materiali eco-compatibili e della spiccata sensibilità della band per l’ecologia e un futuro sostenibile.

Se avete perso i Joycut al Covo allora sappiate che tornano in città proprio questo venerdì 25 Marzo per un live window showcase al Semm Music Store di Via Oberdan 24/F. Qui di seguito le illuminate e decise parole di Pasquale e il brano “Garden Gray”.

Articolo pubblicato alle 08:00 del Thursday 24 March 2011, nelle categorie: Interviste, Mp3, Podcast.
E' possibile essere aggiornati automaticamente sui commenti a questo articolo, attraverso il feed RSS 2.0.
Non è possibile commentare questo articolo.

Un commento all'articolo “Joycut, la band eco wave”

  1. Elena dice:

    Linguaggio sopraffino quello di pasquale dovrebbe scrivere in italiano.
    Comunque il disco e’ stupendo. Non c’è una canzone fuori posto. Apple e’ supersonica. Grandi!