Visita il sito di Radio Città del Capo
Barazzo

Il sondaggione 2012

Bentornati all’appuntamento con i dischi del 2012 di voi ascoltatori! Qua sotto trovate la lista dei 30 dischi più votati da tutti i redattori musicali di Radio Città del Capo. Possiamo dirvi che quelli più amati sono stati opera di alt-J, Grizzly Bear, Jens Lekman, Neil Young, Raime e Jack White, ma voi scegliete i cinque che preferite.

Tra tutti quelli che, oltre a votare, lasceranno un commento sul perché del voto, con nome, cognome e indirizzo e-mail, verranno estratti due vincitori.

Il secondo estratto vince una serigrafia di Mariana Chiesa del valore di 150 euro offerta da Squadro, stamperia e galleria d’arte in via Nazario Sauro, 27/b.

Il primo estratto invece vince un fine settimana per due persone (non cedibile a terzi) al Villaggio La Francesca di Bonassola del valore 240 euro (2 pernottamenti in casette tipo B, con camera da letto, soggiorno, angolo cottura, bagno e terrazza vista mare: www.villaggilafrancesca.it).

Attenzione: se non lasciate nei commenti nome, cognome e indirizzo mail, non vale, non parteciperete all’estrazione! Lo stesso succede se commentate più di una volta con identità false. E inoltre ricordatevi che, sebbene il concorso sia riservato a tutti, il premio va ritirato a Bologna.

Quindi votate, votate, votate. Avete tempo fino alle 15 di lunedì 14 gennaio 2012. Durante la puntata di Maps di quel giorno proclameremo i i vincitori.

Qual è il vostro disco del 2012, tra quelli selezionati dai redattori musicali di RCdC? Potete sceglierne cinque!

  • Tame Impala – Lonerism – Modular Recordings (33%, 26 Votes)
  • Alt J – An Awesome Wave – Infectious Music (32%, 25 Votes)
  • Calibro 35 – Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale – Venus (26%, 20 Votes)
  • Grizzly Bear – Shields – Warp (22%, 17 Votes)
  • OfflagaDiscoPax – Gioco di Società – Odp/Venus (21%, 16 Votes)
  • Jack White – Blunderbuss – Third Man/Xl Recordings (17%, 13 Votes)
  • Colapesce - Un meraviglioso declino – 42 Records (17%, 13 Votes)
  • Swans – The Seer – Young God (15%, 12 Votes)
  • Afterhours – Padania – Germi / Artist First (15%, 12 Votes)
  • Wild Nothing – Nocturne – Captured Tracks (13%, 10 Votes)
  • Chromatics – Kill For Love – Italians Do It Better (13%, 10 Votes)
  • Scott Walker – Bish Bosch – 4AD (13%, 10 Votes)
  • Mark Lanegan Band – Blues Funeral – 4AD (13%, 10 Votes)
  • Fiona Apple – The Idler Wheel… – Clean Slate / Epic (10%, 8 Votes)
  • Ronin – Fenice – Santeria / Tannen Records (10%, 8 Votes)
  • Neil Young with Crazy Horse – Psychedelic Pill – Warner Bros. (9%, 7 Votes)
  • John Zorn - The Gnostic Preludes -  Tzadik (9%, 7 Votes)
  • Lambchop – Mr. M – Merge (8%, 6 Votes)
  • Glen Hansard – Rhythm And Repose – Anti (6%, 5 Votes)
  • Chewingum – Nilo – Garrincha Dischi (6%, 5 Votes)
  • Diiv – Oshin – Captured Tracks (5%, 4 Votes)
  • Bill Fay – Life Is People – Dead Oceans (5%, 4 Votes)
  • Mala – Mala in Cuba – Brownswood (4%, 3 Votes)
  • Andy Stott - Luxury Problems – Modern Love (4%, 3 Votes)
  • Madness – Oui Oui Si Si Ja Ja Da Da - Lucky7 Records (3%, 2 Votes)
  • Raime – Quarter Turns Over a Living Line – Blackest Ever Black (3%, 2 Votes)
  • Jens Lekman - I Know What Love Isn’t – Secretly Canadian (3%, 2 Votes)
  • Chris Cohen – Overgrown path – Captured Tracks (1%, 1 Votes)
  • The Walkmen – Heaven – Fat Possum (0%, 0 Votes)
  • Kendrick Lamar - Good Kid – M.A.A.D City – Top Dawg / Aftermath Entertainment / Interscope Records (0%, 0 Votes)

Total Voters: 78

Loading ... Loading ...

 

Articolo pubblicato alle 12:30 del Monday 7 January 2013, nelle categorie: Speciali.
E' possibile essere aggiornati automaticamente sui commenti a questo articolo, attraverso il feed RSS 2.0.
Non è possibile commentare questo articolo.

41 commenti all'articolo “Il sondaggione 2012”

  1. Alessandro Turrini dice:

    Questi sono indubbiamente i 5 gruppi che quest’anno mi hanno fatto ballare e emozionare di più. Album veramente da avere e consumarci l’impianto stereo.

  2. Francesco dice:

    Grazie Alessandro, sei il primo che prova a vincere i nostri premi! Però nel commento scrivici anche i dischi votati: se voti solamente, le tue preferenze si perdono nel mucchio.

  3. elisabetta Funky Zdaura dice:

    Ho votato!!!!!
    Anche se mancava uno dei miei dischi preferiti, ovvero Voyage sur la lune degli AIR!!!!
    besos

  4. Alessandro Turrini dice:

    Errata corrige: Le 5 band che, a mio avviso, hanno pubblicato i dischi più indovinati del 2012 tra quelli qui proposti, sono stati:

    - Tame Impala (Lonerism)
    - Alt-J (An Awesome Wave)
    - Calibro 35 (Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale)
    - Grizzly Bear (Shields)
    - Wild Nothing (Nocturne)

  5. Emanuel dice:

    Emanuel Peretti emanuelperetti@gmail.com

  6. antoniogi dice:

    i tame impala alla grande.

  7. Sara dice:

    Voto i Tame Impala e gli Alt-J, e basta.

  8. Alessandro Turrini dice:

    Ben detto Funky Zdaura

  9. stefano dice:

    Fiona Apple – The Idler Wheel…
    niente di nuovo sotto al sole, ma mi evoca piacevoli ricordi di tempi passati

    John Zorn – The Gnostic Preludes
    atmosfere, tecnica e creatività ne fanno il disco migliore tra quelli possibili da votare a mio parere

    OfflagaDiscoPax – Gioco di Società
    sicuramente non il loro miglior disco, ma li ascolto sempre per testi come “piccola storia ultras”

    Mark Lanegan Band – Blues Funeral
    per l’allegria e la gioia di vivere che si sposan così mervigliosamente alle belle giornate nebbiose della pianura padana

  10. Luca Lovisetto dice:

    tame impala, indubbiamente miglior disco dell’anno, insieme a grimes (che però non c’è in lista). alt-j visti dal vivo a verona, meritano. chewing gum probabilmente il disco in loop che ho sentito di più durante l’anno: svastiche è stupenda. colapesce miglior esordio italiano. jack white non è una novità, insomma, che faccia dei super dischi..

  11. Alessia dice:

    Votato per i Calibro 35 che mi hanno accompagnato nell’anno più bello della mia vita (è nato mio figlio) insieme ai Guano Padano (e mi dispiace non vederli annoverati nella lista…)

  12. Matteo Fiorelli dice:

    Peccato che nella lista non ci sia Swing Lo Magellan dei Dirty Projectors, che a mio avviso è stato il disco più bello dell’anno passato.
    Ma a parte questo, dalla vostra lista ho scelto:

    Tame Impala – Lonerism (uno dei dischi che ho ascoltato di più)

    Colapesce- Un meraviglioso declino (disco italiano dell’anno)

    Alt-J – An Awesome Wave (gran debutto)

    Mark Lanegan Band – Blues Funeral (ottimo, come il suo live al perfect day festival)

    Afterhours – Padania (disco coraggioso)

  13. scheggia dice:

    tra questi, alt-j, calibro e offlaga.
    ciao!

  14. salvatore martino dice:

    Swans per la storia, rezpect.

    Grizzly Bear perchè il disco prima mi aveva lasciato un po’ di amaro in bocca e li aspettavo al varco, hanno varcato bene.

    Tame Impala per via del fatto che appena sentiti ho detto: vaffanculo che merda, tornatevene dai bitles. poi ho cambiato idea e li ho ascoltati tantissimo. bambini che siete a casa segnatevi questa cosa, anche nella musica le opinioni si possono cambiare.

    Glen Hansard perchè ha scritto talking whit the wolves, miglior brano del 2012 (tra i migliori)

    Calibro 35 perchè volevo scegliere una roba tricolore e nella sfida con colapesce hanno vinto loro (ma solo perchè non c’era il disco di mapuche)

  15. valeria dalle donne dice:

    E’ l’unico che conosco bene!

  16. Virginia Carolfi dice:

    Oh, bene bene:
    - Calibro 35
    - Swans
    - Offlaga Disco Pax
    - Jack White
    - Ronin

    Anche se mancano i miei due preferiti: Goat e Deerhoof.

    Ah già, i dati: Virginia Carolfi – levzeppelin@hotmail.it

  17. paola ferrari dice:

    Allora: – Offlaga, perchè adoro sempre il loro far pensare;
    - Calibro 35, perchè oltre ad avermi accompagnato durante vari spostamenti, mi hanno anche fatto fare bei viaggi… spero di riuscire a vedere un loro live presto!
    - Mark Lanegan Band… potente! visti due volte in un anno e beh, ripeto, potenti!
    - Neil Young with Crazy Horse,perchè è sempre lui… e anche meglio!
    - Alt-j, perchè sono stati una scoperta tanto attesa!
    p.s. mail e nome e cognome li ho messi nel form che appare sopra, vabbéne? :) baci

  18. Luca Buscaglia dice:

    Alt-J: la vera sorpresa di quest’anno. Un disco che suona bene dalla prima all’ultima canzone.
    Colapesce: “restiamo in casa l’amore è anche fatto di niente” è semplicemente l’attacco perfetto per una delle canzoni migliori dell’anno.
    Lambchop: mi ha tenuto compagnia come un caro vecchio amico per tutti questi mesi.
    Offlaga: ogni volta si superano in testi e ricerca sonora.
    Ronin: discone solido granitico e, a modo suo, melodico.

    Io vorrei segnalare dischi che ho amato molto: Perfume Genius, Giant Giant Sand e Amor Fou
    Ciao a tutta la redazione di Maps!
    Luca B.

  19. max candini dice:

    Per me top five quasi tutta italiana, a parte il vecchio Scott…
    Calibro 35
    Afterhours
    Colapesce
    Offlaga Discopax
    Scott Walker

  20. STEFANO C dice:

    Ciao
    per me i primi 5 sono questi, in ordine casuale:
    DEAD CAN DANCE – ANASTASIS
    DIRTY PROJECTORS – SWING LO MAGELLAN
    SQUAREPUSHER – UFABULUM
    DEBO BAND – DEBO BAND
    DEERHOOF – BREAKUP SONG

  21. Giulia De Rosa dice:

    Tame Impala vincono tutto!!

  22. Martina Anelli dice:

    1. Alt-J.

    Debutto esplosivo. Un album che prende sin dal primo ascolto e va in crescendo. Sonorità orecchiabili e melodiche, ma sofisticate al tempo stesso. Armonizzazioni vocali, intrecci di chitarre e suoni all’avanguardia lo rendono un album unico nel suo genere.

    2. Chromatics

    Un album che mi ha incuriosito subito per le sue sonorità ovattate, lontane, un pò cupe e sognanti.
    Sembra un album di altri tempi, ma più lo ascolti più ti rendi conto di come abbracci bene il nostro tempo, sia per sonorità che per tematiche. Un album che ti fa sognare..

    3. Andy Stott

    Lo definirei un album “sacro”. Ritmi lenti e bassi importanti danno un senso di solennità. Le voci che si amalgamano con questi ultimi danno appunto quel senso di sacralità a cui mi riferivo. Un album mistico che si eleva sempre più fino a diventare etereo. Insolito ma ben riuscito.

    4. Tame Impala

    Un album d’altri tempi per davvero, anni ’70. Suoni psichedelici, voci in falsetto e lontane, suoni un pò “sporchi”. Un album da ballare che mi ricorda il prog anni 70.

    5. John Zorn

    Un grandissimo maestro che ho avuto la fortuna anche di vedere live qualche tempo fa. Cinematografico come sempre, una classica estremamente moderna che non stanca mai, con strutture complicatissime ma che sa rendere estremamente facili e orecchiabili.

  23. Maria Pia dice:

    tame impala, grizzly bear, swans, lambchop, wild nothing in quest’ordine

  24. Caterina dice:

    Blunderbuss,
    tra questi senz’altro è il mio disco dell’anno.

  25. nello dice:

    zorn,offlaga,calibro 35,madness

  26. Sara Cingolani dice:

    Di Alt-J mi è piaciuta la confluenza di generi e sonorità. Tutto dosato bene, belle sperimentazioni.

    Sara

    p.s. E per esorcizzare il mio 2012: maledetta sia la t-shirt rossa col toro stampato davanti e i blood sports!

  27. stefano dice:

    tame impala – colapesce – afterhours – jack white e alt-j
    ma… e KING OF THE OPERA? e DRINK TO ME? e MARIA ANTONIETTA? e va beh, io li ho buttati lì

    ciaociao

  28. Lorenzo dice:

    Jack White rimane davvero l’ultimo rocker in circolazione, ovviamente se si esclude il grande Neil Young! Non a caso questi sono i due dischi più riusciti dell’anno scorso.

  29. Walter Acquafresca dice:

    Jack White perchè è il mio disco dell’anno, Afterhours perchè in Italia sono ancora i numeri uno e Offlaga Disco Pax……qualcuno sa perchè!!! E poi Lambchop perchè fanno sempre grandi dischi e prima o poi torneranno in Italia, sti zozzoni…..

  30. Tamara Golles dice:

    Il mio preferito in assoluto è quello di Wild Nothing: suoni che erano dimenticati, come quelli wave, sono stati riassemblati con l’aggiunta di melodie oniriche e come risultato ne è uscito un disco ineffabile; molto più,a mio parere, del disco tanto acclamato dei Tame Impala, a mio avviso un lavoro con fin troppi ingredienti e una psichedelia, a volte, stancante.

  31. marcello serino dice:

    Chewingum – Nilo
    Mark Lanegan Band – Blues Funeral
    Ronin – Fenice
    Calibro 35 – Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale
    John Zorn – The Gnostic Preludes

    5 facce di un anno musicale interessante,mark lanegan e john zorn sono sempre delle garanzie,i ronin e i calibro sono due tra i gruppi che in italia dovrebbero avere più spazio,anche se dal vivo rendono meglio che in studio.
    In chewingum oltre ad essere simpatici mettono quella leggerezza musicale che ogni tanto fa bene.

  32. Manuela Ghirotti dice:

    Fra questi

    1)Grizzly Bear
    2)Colapesce
    3)Tame Impala

    se non sono i migliori sono sicuramente i più ascoltati.

  33. Elisa Trimeri dice:

    Colapesce e gli Alt-j per queste facce meravigliose da disagiati che ho sempre voglia di portarmeli a casa. o almeno a bere un rosso.

  34. Ele dice:

    Fatto! Un salutone agli Sherpa :)

  35. Mattia.Mazzolini dice:

    Alt-J vera rivelazione dell’anno. Disco che si fa fatica a non ascoltarlo piú e piú volte.

    Mark Lanegan, gli anni passano ma lui sforna comunque album da brividi. É stato una bella sorpresa il suo album

    Swans, disco eccellente e variegato.

    Wild Nothing. Disco vintage lo definirei e anche un po psichedelico

    Colapesce, discone, italiano. testi spettacolari da lacrimuccia

  36. caterina michelini dice:

    Alt J – scorrevoli cascate di effetti musicali
    chromatics – melanconici anni ’80 contemporanei
    grizzly bear – da ascoltare in macchina
    OfflagaDiscoPax – non sbagliano mai
    Tame Impala – we want rock!

  37. Penz dice:

    ho votato J.Zorn solo per sottolinerae che essere prolifici sempre (quasi) ad altissimi livelli è solo dei grandissimi.

  38. giovanni pirini dice:

    Tra quelli suggeriti:

    Calibro 35 – Ogni Riferimento A Persone…
    Fiona Apple – The Idler Wheel…

    E poi:

    Paul Weller – Sonic Kicks
    Dead Can Dance – Anastasis
    The Moons – Fables Of History

  39. Gian Franco Degli Esposti dice:

    Afterhours – Padania
    John Zorn – The Gnostic Preludes
    OfflagaDiscoPax – Gioco di Società
    Mark Lanegan Band – Blues Funeral
    Swans – The Seer – Young God
    confesso che ho votato solo quelli che conosco e quello che ho ascoltato con più gusto è “Padania”, resta il fatto che l’album da me più ascoltato è Valtari dei Sigur Ros

  40. matteo dice:

    1 CALIBRO 35: maximun lounge n roll
    2 TAME IMPALA:psych
    3 lAMBCHOP:la classe non è acqua
    4 SCOTT WALKER:ogni disco di scott è un capolavoro
    5 RONIN: cinematografici come sempre

    matteo 347 4051381

  41. Rebecca dice:

    Tame Impala perché spacca e poi il video di Feels Like We Only Go Backwards è stupendo.
    Alt J perché non sono riuscita ad andare al concerto e mi tocca mettere in loop il cidì.
    Fiona è sempre Fiona.
    Colapesce perché Satellite è da lacrimoni.
    Chewingum perché il Lunedì parte con loro.