Visita il sito di Radio Città del Capo
Barazzo

Il sondaggione 2010!

Questa volta abbiamo fatto le cose in grande, ci siamo allargati! Qua sotto trovate la lista dei 30 dischi più votati da tutti i redattori musicali di Città del Capo – Radio Metropolitana. Possiamo dirvi che quelli più amati sono stati opera di Beach House, Massimo Volume, Caribou, Deerhunter e The National, ma voi scegliete i cinque che preferite.

Tra tutti quelli che, oltre a votare, lasceranno un commento sul perché del voto, con nome, cognome e indirizzo e-mail, verranno estratti due vincitori. Il secondo classificato si porterà a casa una webcam Rainbow compact White (Usb) e uno Stereo Mini Speaker White Glossy della Kraun, mentre il primo classificato uno schermo Asus da 22″ FullHD. Ma come sono bravi nel nostro ufficio commerciale (grazie anche a Europlanet che ci fornisce i succulenti premi).

Attenzione: se non lasciate nei commenti nome, cognome e indirizzo mail, non vale, non parteciperete all’estrazione!

Quindi votate, votate, votate. Avete tempo fino alle 15 di venerdì 14 gennaio 2010. Durante la puntata di Maps di quel giorno proclameremo i i vincitori.

Qual è il vostro disco del 2012, tra quelli selezionati dai redattori musicali di RCdC? Potete sceglierne cinque!

  • Tame Impala – Lonerism – Modular Recordings (33%, 26 Votes)
  • Alt J – An Awesome Wave – Infectious Music (32%, 25 Votes)
  • Calibro 35 – Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale – Venus (26%, 20 Votes)
  • Grizzly Bear – Shields – Warp (22%, 17 Votes)
  • OfflagaDiscoPax – Gioco di Società – Odp/Venus (21%, 16 Votes)
  • Jack White – Blunderbuss – Third Man/Xl Recordings (17%, 13 Votes)
  • Colapesce - Un meraviglioso declino – 42 Records (17%, 13 Votes)
  • Swans – The Seer – Young God (15%, 12 Votes)
  • Afterhours – Padania – Germi / Artist First (15%, 12 Votes)
  • Wild Nothing – Nocturne – Captured Tracks (13%, 10 Votes)
  • Chromatics – Kill For Love – Italians Do It Better (13%, 10 Votes)
  • Scott Walker – Bish Bosch – 4AD (13%, 10 Votes)
  • Mark Lanegan Band – Blues Funeral – 4AD (13%, 10 Votes)
  • Fiona Apple – The Idler Wheel… – Clean Slate / Epic (10%, 8 Votes)
  • Ronin – Fenice – Santeria / Tannen Records (10%, 8 Votes)
  • Neil Young with Crazy Horse – Psychedelic Pill – Warner Bros. (9%, 7 Votes)
  • John Zorn - The Gnostic Preludes -  Tzadik (9%, 7 Votes)
  • Lambchop – Mr. M – Merge (8%, 6 Votes)
  • Glen Hansard – Rhythm And Repose – Anti (6%, 5 Votes)
  • Chewingum – Nilo – Garrincha Dischi (6%, 5 Votes)
  • Diiv – Oshin – Captured Tracks (5%, 4 Votes)
  • Bill Fay – Life Is People – Dead Oceans (5%, 4 Votes)
  • Mala – Mala in Cuba – Brownswood (4%, 3 Votes)
  • Andy Stott - Luxury Problems – Modern Love (4%, 3 Votes)
  • Madness – Oui Oui Si Si Ja Ja Da Da - Lucky7 Records (3%, 2 Votes)
  • Raime – Quarter Turns Over a Living Line – Blackest Ever Black (3%, 2 Votes)
  • Jens Lekman - I Know What Love Isn’t – Secretly Canadian (3%, 2 Votes)
  • Chris Cohen – Overgrown path – Captured Tracks (1%, 1 Votes)
  • The Walkmen – Heaven – Fat Possum (0%, 0 Votes)
  • Kendrick Lamar - Good Kid – M.A.A.D City – Top Dawg / Aftermath Entertainment / Interscope Records (0%, 0 Votes)

Total Voters: 78

Loading ... Loading ...
Articolo pubblicato alle 08:00 del Wednesday 5 January 2011, nelle categorie: Speciali.
E' possibile essere aggiornati automaticamente sui commenti a questo articolo, attraverso il feed RSS 2.0.
Non è possibile commentare questo articolo.

26 commenti all'articolo “Il sondaggione 2010!”

  1. marilena delfabro dice:

    In un album solo decenni di musica, citazioni non celate ed omaggi ben riusciti.figa e basta!

  2. Trevor dice:

    Ariel Pink’s Haunted Graffiti – Before Today (4AD)
    Caribou – Swim (Merge/City Slang)
    Flying Lotus – Cosmogramma (Warp)

    immagino che marilena si riferisca ad ariel pink.. se sì, assolutamente d’accordo con lei.

  3. Vitaminic dice:

    [...] Il sondaggione dei dischi del 2010 di Città del Capo. Votate! Votate! Votate! [...]

  4. alberto dice:

    ariel pink – il più divertente
    deerhunter – all’altezza della 4AD dei tempi d’oro
    gil scott-heron – una rinascita
    massimo volume – un’altra rinascita
    the national – alcune canzoni sono da pelle d’oca

  5. mattia trentin dice:

    devo dire la verita ero molto indeciso su cosa votare tra arcade fire caribuo…e massimo volume.alla fine ho scelto l’album di clementi perche penso che sia un album pieno di citazioni bello e sopratutto la voce di clementi ti porta in un altro mondo…e come se per un attimo tu sia in un altro mondo quando ascolti cattive abitudini..ma poi come capita a me esco dalla macchina il cd si spegne, e trovo un altro mondo pieno di egoismi e di volgarita e nn vedo l’ora di finire di lavorare per farmi trasportare dalla voce di clementi in un mondo dopo il mondo.

  6. mattia trentin dice:

    scusate gli altri che ho scelto sono
    caribuo
    arcadefire
    grinderman
    the national

  7. Metiu dice:

    Gonjasufi. Un disco intenso e fancazzista proprio come piace a me.

  8. Filippo Batisti dice:

    Anche se alcune scelte musicali del disco di Iosonouncane non mi hanno convinto troppo (la title track ad esempio svilita in maniera assurda rispetto alla versione precedente ma anche al live), come si fa a non premiarlo per tutto quello che è e che speriamo diventi!
    Ho votato anche gli Arcade Fire perché non credo sia stato facile per loro produrre un album di quella levatura a dispetto dell’hype colossale che si era generato; non sono sicuro sia il loro migliore, ma è sicuramente un album coeso e cazzuto.

  9. anarkanoid dice:

    Perchè è un disco dalle mille sfaccettature, dai suoni profondi e ricercati, che si può ascoltare sia in cuffia così come sul dancefloor…un gradito ritorno…l’ennesima conferma.

  10. silvia dice:

    “Swim” è il mio preferito in assoluto. Caribou è 4 anni che lo ascolto e che non mi stanca mai. Ed è questo che lo rende così speciale. E poi i suoi live… sono semplicemente commoventi ed estremamente empatici.
    Gli altri sono There is love in you di quel romanticone di Four Tet, A sufi and a Killer di quel pazzo-genio di Gonjasufi, Teen Dream di quei sognanti Beach House e I’m new here di quella voce così intensa di Gil Scott.

  11. augusto bruni dice:

    B. Eno : dite quello che vi pare ma è uan sicurezza, sempre
    G. Scott – bentornato all’altezza !
    J. Newsome: armonie come ne la fa lei, solo Bjork
    LCD Soundsystem: degni eredi dei Talking Heads
    The National: 4AD sempre sugli scudi

  12. Giulio dice:

    Arcade Fire – The Suburbs
    Caribou – Swim
    Flying Lotus – Cosmogramma
    Four Tet – Is There Love in You
    LCD Soundsystem – This Is Happening

    Meno male che se ne potevano scegliere cinque…
    Menzione speciale per Flying Lotus, genio che è riuscito in un mélange pazzesco e non mi rimpiangere i ruggenti anni ’90 del trip hop. Per mitigare l’elettronicismo delle altre scelte ho messo Arcade Fire, i quali sembrano non esaurire mai le riserve d’ispirazione.

  13. Benny Buozzi dice:

    The National: dopo un capolavoro come Boxer era difficile ripetersi a tali livelli, invece…….emozionanti come al solito;
    Arcade Fire: il disco forse piu’ atteso dell’anno insieme ai Vampire Weekend e The National non ha tradito le aspettative…anzi si sono riusciti a rinnovare, meno epici del passato ma con delle canzoni e dei testi sublimi con il live piu’ emozionante in circolazione
    Beach House: come era stato per il 2009 per gli amichetti Grizzly Bear è per me il disco dell’anno
    Deerhunter: piacevole scoperta per me!
    Vampire Weekend: certo ripetere una meraviglia come l’esordio è praticamente impossibile ma siamo sempre ad ottimi livelli
    Purtroppo non erano presenti nella lista (?) un esordio seconod me che dire promettente è un po limitativo: Avi Buffalo….Why?

  14. Gino dice:

    Beach House – Teen Dream
    Caribou – Swim
    MGMT – Congratulations
    Vampire Weekend – Contra
    Four Tet – Is There Love in You

  15. massimo dice:

    Arcade Fire – The Suburbs (Merge/Mercury)
    Gonjasufi – A Sufi and a Killer (Warp)
    Gorillaz – Plastic Beach (EMI/Parlophone)
    Janelle Monae – The Archandroid (Bad Boy Records)
    The National – High Violet (4AD)

    i primi tre belli e meritevoli, gli ultimi due capolavori

  16. Daniela Fabris dice:

    1. The Black Angels – Phosphene Dream (Blue Horizon Ventures) : per me vincitore assoluto.
    compatto, scuro, psichedelico, atmosfere passate. voto anche alla copertina. 9

    2. Grinderman – Grinderman 2 (Mute)
    Booom! ad ogni ascolto diventa sempre più bello. la mia copertina preferita dell’anno.

    3. Deerhunter – Halcyon Digest (4AD)
    tutte canzoni belle, tutti possibili singoloni, però ci piace così.

    4.Massimo Volume – Cattive Abitudini (La Tempesta) anche se lo metterei più terzopostoparimerito.
    Lo ammmetto, sono dell’ultima ora, da club privè, da quando ho ascoltato quasi per caso “dopo che”. e fu amore.
    I “fan da sempre” dicono che probabilmente se non si fossero sciolti non avrebbero fatto un disco così, io so solo che “cattive abitudini” ti entra dentro, ed è un disco che non abbandoni facilmente, anzi.
    Sarai tu il disco dell’anno, e va bene così.

    [l'ho presa con serietà sta classifica ahahaha]

    5.Black Mountain – Wilderness Heart (Jagjaguwar): loro che hanno perso la “guerra dei black” nella mia classifica. forse mi aspettavo di più, volevo di più.
    ma tanto siete all’ultimo posto.

    Dovevate ascoltare pietro così potevo votare zola jesus.

    Ps. No Age – Everything In Beetween (Sub Pop)
    dai vanno tra quelli che non ce l’hanno fatta

  17. MaPi dice:

    The National – High Violet
    Arcade Fire – The Suburbs
    Caribou – Swim
    Vampire Weekend – Contra
    Ariel Pink’s Haunted Graffiti

  18. gixy dice:

    Avrei voluto votare Mike Patton, ma non c’è.

  19. Barbara dice:

    Beach House – Teen Dream ..non avrei mai creduto potesse piacermi più di devotion
    Gorillaz – Plastic Beach ..indissolubilmente legato ad una scelta vitale del 2010
    Brian Eno – Small Craft on a Milk Sea ..non lo lascio mai
    MGMT – Congratulations ..sempre sottovalutati
    Black Mountain – Wilderness Heart ..bastava il titolo!

    dopo il furto mi sono riappropriata di un lettore con la radio, finalmente. a presto, b.

  20. Vincenzo Madio dice:

    1. Arcade Fire – The Suburbs (Merge/Mercury)
    2. Gonjasufi – A Sufi and a Killer (Warp)
    3. Brian Eno – Small Craft on a Milk Sea (Warp)
    4. These New Puritans – Hidden (Angular/Domino)
    5. The Black Angels – Phosphene Dream (Blue Horizon Ventures)

    Il fils-rouge che li unisce è l’arte dello sperimentare, del rinnovarsi e del produrre emozioni diverse ma ogni volta esaltanti (sopratutto in me!).

  21. alberto grilli dice:

    Ciao!

    Massimo Volume (oltre ogni aspettativa), Buzz Aldrin (potentissimi) e Radio Dept. (deliziosi) ne fanno parte. Aggiungo i National, sempre simili a se stessi, e i No Age, sempre diversi.

    Insopportabile (questione di gusti) Joanna Newsom.

    Passi per la mancanza di post-rock (una mia mania), ma come fate a lasciar fuori Superchunk (un ritorno fantastico come quello dei Massimo Volume) e Motorama (che melodie!)?

    Singoli dell’anno Amnesiacs dei Francis International Airport e Marco corre degli Ex-Otago

    Buon anno a tutti!

  22. Davide Rolleri dice:

    The National – High Violet
    Massimo Volume – Cattive Abitudini
    MGMT – Congratulations
    Iosonouncane – La Macarena su Roma
    Best Coast – Crazy for You

    forse non in quest’ordine… non saprei…

    concordo sui superchunk.. grande ritorno
    e i non voglio che clara e surfjan stevens… e tanta altra roba di casa nostra che nessuno purtroppo si caca, come la biblioteca deserta, drink to me, marlowe… etc

  23. Simone Ciclitira dice:

    The National – High Violet
    Perché ormai sono Classici.

    Arcade Fire – The Suburbs
    Perché era facile fare flop e invece sono rimasti alti, molto alti.

    Four Tet – Is There Love in You

    Vampire Weekend – Contra
    Perché cosa c’è di meglio con i finestrini abbassati in macchina ?

    Caribou – Swim

  24. Simone Ciclitira dice:

    The National – High Violet
    Perché ormai sono Classici.

    Arcade Fire – The Suburbs
    Perché era facile fare flop e invece sono rimasti alti, molto alti.

    Four Tet – Is There Love in You
    Perché l’elettronica è anche Anima.

    Vampire Weekend – Contra
    Perché cosa c’è di meglio con i finestrini abbassati in macchina ?

    Caribou – Swim
    Perché Odessa è la miglior canzone dell’anno.

  25. massi dice:

    Iosonouncane – La Macarena su Roma
    Massimo Volume – Cattive Abitudini
    Gil Scott-Heron – I’m New Here
    Gorillaz – Plastic Beach

  26. Steppa dice:

    The National e Arcade Fire: ottime conferme, livello altissimo.
    Vampire Weekend: grandi magheggi chitarristici e di batteria che però non rendono “pesante” l’ascolto, poi mettono una grande allegria.
    Deerhunter e Tame Impala: suono moderno, sapiente utilizzo degli effetti