Visita il sito di Radio Città del Capo
Barazzo

Il Sig. Barazzuti e il problema delle giacche

Siamo obbligati a dare spazio al dirimpettaio, il sig. Barazzuti, che altrimenti ha minacciato guai nella prossima riunione di condominio. La redazione di Maps, però, non si assume alcuna responsabilità per i contenuti del seguente post.

L’altro giorno stavo cercando della musica giovane e italiana sull’internet. Da quando mia nipote Teresa, iscritta a Scienze della Comunicazione al secondo anno (esami dati due… ma vabbeh, tanto è quel cretino di suo padre che paga la retta universitaria…) mi ha fatto vedere come si va sull’internet, sto tentando di darmi un tono, una spolverata… che anche se ancora metto le scarpe da ginnastica, dentro mi sento vecchio. Un tempo invece ero uno attento e scaltro. Uno che stava dietro alle mode del momento e la cosa mi dava tanta soddisfazione. Andavo ai concerti, salutavo tutti quelli che contavano e conoscevo le band giuste. Adesso invece la cosa più cool che ascolto è il disco di Eros Ramazzotti con il featuring di Jon Spencer. Ma c’ho anche una certa età, mi fa male la schiena e la sera sto a casa a vedere le repliche di Chi l’ha visto? in VHS. Le ho ordinate per annate: dal 1991 ad oggi. Un botto di roba. Ma sto divagando. Capita, a noi anziani…

Dicevo: cercavo della musica giovane e italiana sull’internet e mi sono imbattuto in un sito dal nome estremamente affascinante: Rockit! Roba rock, ecco quello che ci serve! Il sito mi sembra bellissimo! Si parla di diffondere, partecipare, ascoltare… Dai che magari ho trovato un gruppo bello e posso tornare ai concerti a salutare tutti quelli che contano! Guardo nelle news e trovo questa notizia sulla band dei Ministri. La prima cosa che noto è che una delle pubblicità lì sotto – quelle che Teresa mi ha detto di non cliccare mai che altrimenti mi rubano i soldi, ma che io invece ogni tanto clicco perché così vedo delle donne nude – mi porta al sito della rivista La Destra. E penso: “Strano! I giovani che un tempo venivano al bar sotto casa c’avevano la maglia del Che. Com’è che adesso leggono La Destra?”. Allora poi leggo la notizia. A metà però mi annoio e smetto di leggere. A me di un gruppo che dice a tutto il mondo che un tempo c’aveva le giacche di Napoleone e adesso invece non ce le ha più, non me ne frega proprio niente. Poi, oh, sarà almeno da 4 secondi dopo che l’han fatto i Beatles che mettersi una giacca del genere per suonare è poco giusto. Allora decido che voglio vedere un video di questa band dei Ministri. Giusto per capire che musica fanno, che da questa notizia non si capisce niente. E trovo questo..

 

E mi sono subito esaltato che a me i Black Sabbath, in gioventù, mi piacevano! E anche di parecchio! A metà video, colto da furente imbarazzo, ho dovuto spegnere per andare a vedere i siti delle donne nude. Ma anche per farmi rubare i soldi da qualche sito bizzarro. Ma anche per uscire di casa e fare quattordici ore di fila in macchina sotto la pioggia. Ma anche per prendere la circolare e fare il giro della città fino a svenire. Tutto, ma non questa cosa brutta qui

Articolo pubblicato alle 11:20 del Tuesday 20 October 2009, nelle categorie: Bullshit, Video.
E' possibile essere aggiornati automaticamente sui commenti a questo articolo, attraverso il feed RSS 2.0.
Non è possibile commentare questo articolo.

Non è possibile commentare.