Visita il sito di Radio Città del Capo
Barazzo

Calibro 35: ogni riferimento non è puramente casuale

Il titolo del nuovo disco dei Calibro 35 è lunghissimo: potrebbe comparire su un manifesto di un film della Wertmüller, ma voi amici di Maps (musicofili e cinefili) ben sapete che Ogni riferimento a persone esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale è il “disclaimer” inserito alla fine dei titoli di coda di tutti i lungometraggi. Insomma, la matrice cinematografica della band non si smentisce, ma è tutto per definire le tracce che compongono il disco uscito di recente?

No, perché le suggestioni che entrano in Ogni riferimento… sono tantissime, legate alla settima arte tanto quanto ai luoghi che hanno visto nascere il disco: come ci racconta Massimo Martellotta, chitarrista della band, gli Stati Uniti, dal Texas del SXSW agli studi di Brooklyn dove sono state fatte le registrazioni, si percepiscono nelle tracce. Questo vale anche per il brano che vi regaliamo di cui Massimo ci racconta tutto quanto nell’intervista che segue!

Articolo pubblicato alle 09:00 del Tuesday 14 February 2012, nelle categorie: Interviste, Mp3, Podcast.
E' possibile essere aggiornati automaticamente sui commenti a questo articolo, attraverso il feed RSS 2.0.
Non è possibile commentare questo articolo.

3 commenti all'articolo “Calibro 35: ogni riferimento non è puramente casuale”

  1. matteo dice:

    che dice alla fine? ascoltate l’ultimo di…?
    grazie

  2. Francesco dice:

    Booker T Jones, The Road to Memphis!

  3. Calibro 35: “Ogni riferimento…” a Maps | Maps dice:

    [...] esistenti o a fatti realmente accaduti è puramente casuale di cui abbiamo parlato già con la band quando uscì. Godetevi tutto, insomma. Già sappiamo che questo live e il concerto che venerdì i Calibro hanno [...]