Visita il sito di Radio Città del Capo
Barazzo

Audience Live Report: Shellac@Estragon, 08.10.10

A Maps regaliamo spesso a voi ascoltatori biglietti per andare ai concerti. Voi, “in cambio”, ci mandate una breve recensione dei concerti stessi. Mary e Claudio , però, sono andati oltre: non abbiamo dato biglietti per il concerto degli Shellac all’Estragon, ma loro ci hanno mandato ugualmente una recensione. E noi, anche per questo, li amiamo un sacco.

Venerdì all’Estragon è stato il nostro (mio e del mio fidanzato) terzo concerto degli Shellac in una settimana, gli altri due li abbiamo visti in Olanda (29 settembre Nijmegen, 30 settembre Utrecht). Ovviamente parlando degli Shellac ogni concerto è stato a sé: ognuno diverso e ugualmente bello. Anche se in quello a Bologna ci sono stati molti più nei che hanno rovinato un po’ la serata in generale.Innanzitutto l’Estragon non è concepito per la musica dal vivo, l’acustica è pessima. Per fortuna, Albini&co. erano dell’umore giusto e non si sono di certo risparmiati: anzi, ci hanno preso gusto ad aizzare il pubblico in chiusura di concerto regalandoci una tiratissima “Crow “ e “Spoke”. Il resto dell’esibizione è stata centrata sulla solita scaletta che portano in giro per l’Europa da qualche settimana, sebbene siano stati disturbati da quattro idioti forzati del pogo che si abbattevano sugli ascoltatori delle prime file costretti a prendersi qualche botta indebita. Dopo un po’ di pugni e rimbalzi che ci hanno portato ai lati della prima fila, abbiamo deciso di abbandonare il campo di lotta e vedere il concerto da dietro. Nella civilissima Olanda, invece, qualche ubriaco ci ha regalato una meravigliosa perfomance a dorso nudo mentre tentava di salire sul palco e in uno slancio di feticismo ha cercato di slinguazzare le scarpe di Bob Weston; ma nessuno si è sognato di disturbare agli altri il concerto.

Un altro appunto va alla direzione dell’Estragon, molto lassista nel far rispettare la legge antifumo. Benché nel locale vi siano una decina di cartelli antifumo e anche i monitor ammonissero il pubblico di non fumare, la gente faceva il comodo suo; anche quando a due gemelline dai lunghi capelli lisci e neri abbiamo ricordato che è vietato fumare nei luoghi pubblici, queste, dopo aver spento inizialmente la sigaretta, si sono girate e l’hanno riaccesa.

Di questa serata rimane una grande perfomance degli Shellac. E’ sempre uno spettacolo vedere Albini fare l’aeroplano, ìurlare sui pick-up della chitarra e anche concedersi qualche sproloquio in italiano, vista l’impossibilità da parte di Bob Weston di inscenare il suo solito question time con il pubblico, a causa dell’ignoranza generale. Peccato anche per la mancanza di interazione con il pubblico a fine serata per la vendita fai da te delle magliette.

Articolo pubblicato alle 13:30 del Tuesday 12 October 2010, nelle categorie: Speciali.
E' possibile essere aggiornati automaticamente sui commenti a questo articolo, attraverso il feed RSS 2.0.
Non è possibile commentare questo articolo.

Un commento all'articolo “Audience Live Report: Shellac@Estragon, 08.10.10”

  1. Audience Live Report: Iosonouncane e Offlaga Disco Pax @ Locomotiv Club 10.12.10 | Maps dice:

    [...] una breve recensione dei concerti stessi. Mary e Claudio, dopo averci mandato una recensione del concerto degli Shellac, ce ne mandano una del live di Offlaga Disco Pax e Iosonouncane al Locomotiv. E noi li [...]