Visita il sito di Radio Città del Capo
Barazzo

Archivio - November, 2012

Disco della settimana: The Evens – The Odds

The Evens – The Odds

Francesco | 16:11 | Monday 19 November 2012 | Comments Off
Disco della settimana

Esercitazioni: il ritorno dei Disciplinatha

Il 9 novembre scorso, all’interno dell’edizione 2012 del Moonlight Festival, è apparsa una delle band più originali e controverse degli anni ’90, a 25 anni dalla sua formazione e a 15 dalle ultime pubblicazioni e apparizioni: stiamo parlando dei Disciplinatha, che hanno appena fatto uscire il cofanetto antologico Tesori della patria, che contiene tutta ma proprio tutta la loro produzione, compreso un documentario sulla storia della band.

Il giorno prima del live abbiamo parlato con Cristiano Santini, voce e chitarra: ci ha raccontato sia del concerto in Zona Roveri che del passato dei Disciplinatha. Un modo per ricordare non solo l’incrocio di musiche (dal punk al rock all’industriale) che ha caratterizzato il suono della band, ma anche quella decade caratterizzata dalla nascita di nuove band ed etichette, una su tutte quella del Consorzio Produttori indipendenti. Godetevi l’intervista e tornate su questo sito domani, dove parleremo dello stesso Consorzio e di quel periodo… con un altro Cristiano.

Francesco | 09:00 | Monday 19 November 2012 | 1 Commento »
Interviste, Mp3, Podcast

La vecchia scuola dei Balthazar

La band belga Balthazar è uscita quest’anno con un disco davvero convincente: Rats, che segue di due anni l’esordio Applause è un album interessante che presenta suoni e arrangiamenti di certo riconducibili a qualche forma di folk, ma con originalità.

Abbiamo colto Maarten Devoldere al telefono, appena arrivato a Zurigo per una delle tappe elvetiche del tour che li porta in Italia oggi a Roma e domani al Bronson di Ravenna. Il musicista ci ha rivelato che Rats è un disco pensato per essere ascoltato dall’inizio alla fine, per quanto anche le singole canzoni siano più che godibili presa una ad una. “Siamo una band vecchia scuola“, si è quasi giustificato al telefono, per distanziare i suoi da un’epoca in cui “l’ascoltatore non ha molta pazienza.”

Oltre alla chiacchierata, anche il brano che Maarten ha scelto dalla scaletta dell’album, introducendolo con aneddoti sulla sua produzione.

Francesco | 09:00 | Friday 16 November 2012 | Comments Off
Interviste, Mp3, Podcast

Joey Burns dei Calexico a Maps!

Poco prima dello splendido concerto di ieri all’Estragon, siamo riusciti a raggiungere al telefono metà di una delle band che gli ascoltatori della nostra radio amano di più da due decenni: abbiamo parlato, insomma, con Joey Burns dei Calexico, quasi quattro anni dopo la “prima volta”.

La band ha fatto uscire da un paio di mesi l’ultimo disco Algiers, che è stato al centro dell’intervista, dove però non si è parlato solo di musica, ma anche di viaggio e della ricerca di sé, un tema ricorrente nelle nuove composizioni. Insomma, una di quelle chiacchierate davvero speciali, che possono fare emozionare anche il conduttore, tanto da farlo dimenticare di tradurre immediatamente l’introduzione che Burns ha fatto al brano scelto per salutarci: Fortune Teller, scritta nella chiesa abbandonata di New Orleans dove è stato registrato il disco, racconta di persone che cercano una strada, una via d’uscita e qualcuno che li accompagni in questo nuovo percorso. Ci ripetiamo, ma concedeteci l’ennesimo “buon ascolto”.


Francesco | 09:00 | Thursday 15 November 2012 | Comments Off
Interviste, Mp3, Podcast

La versione di Kurt: Tim Burgess racconta “Oh No I Love You”

Nel 2003 Tim Burgess uscì con un disco a suo nome, senza The Charlatans: a quell’I Believe è seguito un silenzio solista di quasi dieci anni, fino alla pubblicazione, a ottobre, di Oh No I Love You. Dieci canzoni che narrano un periodo difficile della vita del musicista e che raccontano, ovviamente, lui stesso, ma in modo del tutto particolare. Come ha detto ai nostri microfoni qualche giorno fa, prima della data al BenTiVoglio Club, Burgess non era da solo nel processo creativo. Nei crediti del disco, infatti, compare un nome importante, quello di Kurt Wagner dei Lambchop.

Un’amicizia che è maturata, con questo album, in un sodalizio artistico… a parti invertite. Come potete sentire nell’intervista qui sotto, infatti, Wagner si è dedicato alle liriche delle canzoni, che poi sono state interpretate dalla voce inconfondibile di Tim Burgess. Un processo unico, quasi analitico, che ha dato i suoi frutti: oltre all’intervista c’è il video di “White”, la canzone che apre il disco e che, con somma sorpresa di Wagner, è diventata una piccola hit.


Francesco | 09:00 | Wednesday 14 November 2012 | Comments Off
Interviste, Mp3, Podcast, Video

Smart&Skilled: David Grubbs, Stefano Pilia e Andrea Belfi

Il chitarrista Stefano Pilia e il batterista Andrea Belfi, oltre a suonare (o aver suonato) in Massimo Volume, Hobocombo, Rosolina Mar, 3/4 Had Been Eliminated, sono molto apprezzati oltreoceano. Tre anni fa abbiamo parlato del loro lavoro con Mike Watt, ma la scorsa settimana i due hanno presentato al BenTiVoglio Club un nuovo lavoro.

I nostri sono stati infatti scelti personalmente da David Grubbs (sì, quello dei Gastr Del Sol) per una collaborazione piuttosto estesa. Ce l’hanno raccontato Grubbs e Pilia al telefono, nel pomeriggio del concerto: da un’etichetta svedese in comune, i tre si sono ritrovati a New York per una residenza, che si è evoluta in disco e che porterà, nel prossimo anno, a ben due nuove uscite, di cui alcuni brani sono stati presentati nella serata di piazza Verdi, lo scorso mercoledì. Oltre alla doppia intervista, anche un brano dal disco che il trio ha firmato nel 2010.

Francesco | 09:00 | Tuesday 13 November 2012 | Comments Off
Interviste, Mp3, Podcast

Disco della settimana: King of the Opera – Nothing Outstanding

King of the Opera – Nothing Outstanding

Francesco | 11:52 | Monday 12 November 2012 | 1 Commento »
Disco della settimana

Three Second Kiss: Tastyville stories

A sedici anni dall’esordio e a quattro dall’ultimo Long Distance, tornano i Three Second Kiss: il loro Tastyville, uscito la scorsa settimana per African Tape, è un album davvero notevole, che non potevamo non fare disco della settimana. Nove tracce che rimangono fedeli al suono tagliente e obliquo a cui la band si è legata in quasi due decadi di carriera, ma che mostrano qualcosa di nuovo nei suoni e nell’attitudine.

Abbiamo cercato di scoprirlo la scorsa settimana, quando il chitarrista dei Three Second Kiss Sergio Carlini è venuto nei nostri studi per parlare del nuovo lavoro. In una chiacchierata a metà strada tra l’analisi e l’intervista, Sergio ha sviscerato con noi Tastyville, che presto la band porterà all’ATP di Londra, insieme (tra le altre) alla band “cugina” Uzeda (vi ricordate quando i siciliani vennero a Maps?). Insieme all’intervista, il video della seconda traccia del disco “The Sky Is Mine”.

Francesco | 09:00 | Monday 12 November 2012 | Comments Off
Disco della settimana, Interviste, Mp3, Video

Un concorso di colonne sonore nell’Ozu Film Festival

Comincia stasera l’edizione 2012 dell’Ozu Film Festival, una manifestazione ricca e polimorfa: legata, certo, al cinema, ma che ne esamina tanti aspetti diversi. Vi rinviamo al sito del festival per sapere cosa offrono vari luoghi delle province di Modena e Reggio fino al 19 novembre.

Mercoledì in onda, però, abbiamo parlato con il direttore organizzativo Marcello Micheloni di una sezione del festival che ha visto Maps tra i media partner: Ozu Short Tracks. Un concorso per aspiranti sonorizzatori di film, che, come ci ha raccontato il nostro ospite, ha avuto una partecipazione davvero massiccia. Appuntamento a domani sera per la finale del concorso, ma intanto qua c’è l’intervista realizzata l’altroieri.

Francesco | 09:00 | Friday 9 November 2012 | Comments Off
Interviste, Mp3, Podcast

Dente: l’ultimo live per un po’, o quasi

Dente - Teatro Duse, Bologna 3-11-2012

Venerdì scorso, al Teatro Duse, si è tenuta l’ultima data del lungo tour di Dente: dopo oltre 70 concerti, il palco del teatro bolognese ha ospitato un live un po’ diverso dagli altri: programma in due tempi, niente bis e, soprattutto, scaletta scelta dal pubblico attraverso il sito del musicista, con le canzoni suonate dalla meno votata alla più votata.

Come ci è accaduto spesso, abbiamo chiamato al telefono Giuseppe Peveri che non solo ha fatto con noi il bilancio in questo momento, ma ci ha anche annunciato che non smetterà di suonare in giro, sebbene lo farà in forma diversa. E il nuovo disco… be’, mica possiamo dirvi tutto qua. L’intervista è qua sotto!


Francesco | 09:00 | Thursday 8 November 2012 | Comments Off
Interviste, Mp3, Podcast