Visita il sito di Radio Città del Capo
Barazzo

Archivio - November, 2010

Felicità è Best Coast + Wavves!

C’erano una volta i duetti. I più famosi sono, ad esempio, quello di Anna Oxa e Fausto Leali, o quello di Mietta ed Amedeo Minghi.

Ci sono, tuttavia, anche i duetti di persone che sono coppie anche nella vita, e si divertono a cantare insieme, deliziando i nostri padiglioni auricolari.

E’ questo il caso di Best Coast e Nathan Williams (Wavves) che insieme hanno inciso un pezzo “Got Something For You” per augurarci buon Natale in anticipo: ecco il video, l’ispirazione è venuta sicuramente da “Felicità”, di Al bano e Romina Power.

Eleonora | 19:50 | Friday 19 November 2010 | Comments Off
News, Video

Down by the rollercoaster: The Drums live al Covo

Oh mama! Che felicità vedere sgretolarsi nel giro di pochi minuti gli scetticismi che mi ero portato su, fin dentro la saletta lunga di un Covo in serata sold out. Voglio dire, hype a mille alimentato da riviste perfino non di settore, canzoni finite in tv, interi quartieri di Londra che hanno adottato il loro look nazi-frocesco (cit.), l’enfasi sulla notizia “Morrissey spotted at The Drums’ gig”. Alzi la mano chi non incubava almeno un paio di dubbi sulla resa dal vivo della band più spinta del 2010. Bluff anyone?

A voler essere precisi, The Drums arrivano in Italia un po’ tardi sul calendario del buzz. Tuttavia salgono sul palco del Covo puntuali, poco dopo le 23. Il buio della scatola di Bologna che li contiene copre i loro volti bianchi che invero non si vedranno mai nitidamente. Effetto di scena old school: le luci dalle loro spalle puntano sulla folla e non sui loro fisici scanchenici.

Fin dall’apertura con boato di “Best Friend” mi sento una comparsa nel pubblico di una puntata di Top Of The Pops di venticinque anni fa. Solo che mi sto divertendo sul serio. La serata si rivela un giro in rollercoaster offerto da Jonny, il cantante in giubbotto collegiale e caschetto platinato, il fulcro dell’ingranaggio con i suoi movimenti robotici a farne da motore. Jacob, più introverso, non sarà Johnny Marr ma una o due cose ineccepibili sul pop anni Ottanta le sa far ripetere alla chitarra.

In quest’ora di piano sequenza, perfetta per una diretta su MTV, la band più chiacchierata di Brooklyn spara una dopo l’altra tutte le bombette dal disco omonimo e dal precedente EP Summertime! Pacchetto completo di mossette, ballo a scatti à la Ian Curtis preso bene e ringraziamenti in italiano. Non avrò mai visto dal vivo il romanticismo degli Smiths, la cupezza dei Joy Division e nemmeno la laconicità dei Tough Alliance, ma a voler farsela bastare, una buona miscela di tutte queste, per  qualche istante, ieri sera, sì.

Federico Pirozzi | 13:00 | Friday 19 November 2010 | Comments Off
Speciali, Video

Dance for Burgess: basta che si suoni…


Parliamo ancora di esordi, o quasi. Questa volta ci spostiamo dalle parti di Lucca, da dove vengono i Dance for Burgess. Prima erano in tre o quattro, adesso sono in due: si chiamano Iacopo e Marco, suonano rispettivamente basso e chitarra e il loro debutto SSA è appena uscito per la Mash Records.

Abbiamo chiacchierato con Iacopo, che ci ha raccontato la storia della band e ci ha svelato cosa nasconde il misterioso titolo del disco. Insieme all’intervista il singolo “Toyshop”, per assaggiare le sonorità fine anni ’70 che imbevono l’album.

Francesco | 08:01 | Friday 19 November 2010 | Comments Off
Interviste, Mp3, Podcast

L’apocalisse privata di Matteo B. Bianchi

Immaginatevi che una sensitiva che non ha sbagliato un colpo vi dica che avete due mesi di vita: che cosa fareste? Questa è la domanda intorno alla quale ruota il nuovo romanzo di Matteo B. Bianchi, uscito per Marsilio lo scorso mese e intitolato Apocalisse a domicilio.

Narrato da tre punti di vista diversi, con un’inusuale e preponderante seconda persona singolare, il libro è un’avvincente ed emotivo viaggio nel passato emotivo ed amoroso di un trentenne o giù di lì, messo di fronte all’agghiacciante ipotesi di una fine prematura. Se volete saperne di più, non vi resta che sentire l’intervista che abbiamo realizzato con Matteo!

Francesco | 08:00 | Thursday 18 November 2010 | Comments Off
Interviste, Letture, Mp3, Podcast

Vento da ovest

Le redazione di Maps sin qui si è divertita e commossa in egual misura con la musica di Diplo e dei Deerhunter. Lunice invece è nuovo, giovane e perso nei suoi pensieri.
Partito da Montreal lo abbiamo intercettato via Thermos un annetto fa con alcuni remix sguaiati per Amanda Blank e Kanye West, ed una serie di ep scaricabili dal suo myspace. Non sappiamo se andrà a finire che muoveremo di più la testa o le gambe. Per ora ci godiamo quest’ennesima produzione, un remix del singolo dei Deerhunter curato insieme a Diplo, grazie al bellissimo video che ci arriva da Mad Decent. In omaggio la traccia da scaricare da qui.

Michele | 17:45 | Wednesday 17 November 2010 | Comments Off
Mp3, Video

Iosonouncane otto mesi dopo

Sono passati meno di otto mesi alla prima volta che l’abbiamo sentito qui a Maps, ma Iosonouncane, a.k.a. Jacopo Incani, è cresciuto, e molto. Il suo La macarena su Roma, nostro disco della settimana, sta ricevendo lodi e attenzione da tutta la critica italiana, e i live di Jacopo sono sempre più affollati.

Abbiamo fatto una lunga intervista con Jacopo, che ci ha raccontato quello che è successo in questi otto mesi e, in conclusione, ha introdotto l’ultima traccia del disco, intitolata “Giugno”. Buon ascolto!

Francesco | 08:00 | Wednesday 17 November 2010 | Comments Off
Interviste, Mp3, Podcast

Seeing the Strange Boys

Tra pochi giorni gli Strange Boys saranno al Covo per il Groovy America Festival. Ascoltando Maps in questi giorni potrete vincere i biglietti!

Jonathan | 16:50 | Tuesday 16 November 2010 | Comments Off
News, Video

The Acorn a Maps!


Stanno portando il loro ultimo disco per l’Europa, No Ghost, e sono passati dalle Scuderie di Bologna per un concerto insieme a quei matti dei Mr Rubik in una serata organizzata dal Locomotiv Club. Chiamatelo indie folk, o come vi pare, fatto sta che la band canadese The Acorn ne sa a tronchi. Nonostante i recenti cambi di formazione, questi giovinotti sono arrivati in radio praticamente insieme a me, nel primo pomeriggio di giovedì, hanno accordato gli strumenti e provato i brani e ci hanno poi regalato uno dei live più intensi di quelli fatti da noi a Maps.

Questa volta il nostro Pietro “LessTv” Borzì non c’era, se non come fotografo, e quindi dovete immaginarvi voi questi ragazzi mentre cantano e suonano i tre brani qua sotto. Tra una canzone e l’altra abbiamo parlato anche del sostegno alle arti del governo canadese che permette a tante band di quelle parti, compresi i nostri, di fare tour o incidere dischi. Ehm, come qui da noi, no? Buon ascolto.

Francesco | 08:00 | Tuesday 16 November 2010 | Comments Off
Interviste, Live, Mp3, Podcast

Video: The Calorifer Is Very Hot! – Evolution On Stand-by

Jonathan | 20:17 | Monday 15 November 2010 | Comments Off
Video

Disco della settimana: Buzz Aldrin – s/t

Buzz Aldrin – s/t

Jonathan | 16:05 | Monday 15 November 2010 | 1 Commento »
Disco della settimana